venerdì 18 novembre 2016

Il cipresso

Un sinistro slancio verso il cielo che è anche rigenerazione.


Care consorelle e confratelli,
questo albero alto e dal portamento raccolto è stato da sempre associato ai viali che conducono al cimitero proprio per la sua sagoma che richiama uno slancio verso il cielo (i primi papi della Chiesa cattolica erano sepolti in bare ottenute dal legno del suo tronco). Nell'antichità, era però sfruttato anche per proteggere i raccolti dal vento, dunque, oltre che ad Ade, era associato a Gea e alla Terra in generale, e per la sua forma fallica è stato legato anche ai rituali della fertilità e della rigenerazione.
Le foglie di cipresso servono alle streghe moderne per accrescere i poteri della mente e le congreghe che privilegiano lo spirito a discapito della materia sono solite accendere i falò con il suo legno. Il cipresso è difatti un ottimo agente purificatore e in farmacopea è noto per le sue proprietà antisettiche.
Che la Dea vi benedica

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI

Nessun commento:

Posta un commento