sabato 15 luglio 2017

Decotto di ononide spinosa

Una pianticella nemica dei calcoli.


Care consorelle e confratelli,
l'ononide è una piantina che può superare i 50 cm di altezza e se ne utilizzano perlopiù le sommità. Il sapore ricorda quello delle fave, per cui in cucina possono essere mangiate sia cotte sia crude. Elabora un principio amaro e in erboristeria è utilizzata per bevande diuretiche o per frantumare calcoli e favorirne l'espulsione.
Se ne può preparare un decotto con una manciata di radice essiccata per ogni litro d'acqua. L'acqua (fredda) dovrà essere versata sulla radice e il fuoco verrà spento non appena inizierà l'ebollizione, in modo che la radice stessa non bollisca, perdendo le sue proprietà. Il decotto dovrà raffreddare prima di essere consumato, e sarà possibile anche dolcificarlo.
Che la Dea vi benedica

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI

Nessun commento:

Posta un commento