domenica 27 novembre 2016

Quarzi e cristalli

Tante forme e tanti colori per il minerale più diffuso tra i collezionisti.


Care consorelle e confratelli,
oggi vorrei parlarvi di un minerale molto conosciuto che si distingue per tante varietà e colori.
Il più diffuso è sicuramente il quarzo bianco. Si differenzia dal cristallo di rocca (trasparente) per un processo di raffreddamento più rapido, ed è meno prezioso. Adatto all'introspezione e alla ricerca delle emozioni, promuove i rapporti con la Madre.


Il già citato cristallo di rocca (o quarzo ialino), invece,  deriva il suo nome dal greco "kristallos", cioè "ghiaccio", perché gli antichi pensavano che fosse ghiaccio tanto indurito da non potersi più scongelare. Racchiude in sé tutti i colori dello spettro ed è considerata per questo una gemma universale, utile per ogni scopo. Si tratta di una "pietra guida" che dona chiarezza. Le sfere per la divinazione sono in cristallo di rocca e alcune credenze ritengono questo quarzo capace di preservare dagli incubi e dalla follia. Gli sciamani lo usano per invocare la pioggia, ma è noto anche per le proprietà emostatiche.


Il quarzo rosa è una pietra d'amore che stimola la dolcezza e viene indossato sul cuore per risvegliare ciò che c'è di meglio in noi. Di conseguenza, in farmacopea, è stimato come cardio-protettivo, ma viene usato anche negli elisir di acqua di rosa per conservare la giovinezza.


Il quarzo citrino deriva il suo nome dal limone perché è di colore giallo. Apporta benessere, gioia, allegria e ottimismo. Sblocca le tensioni e le angosce, e allontana i pensieri negativi come un sole interiore. Considerato un ottimo amuleto contro i mali dell'apparato digerente, per la farmacopea minerale è un buon agente pure contro la depressione e la tossicodipendenza.


Il quarzo fumé va dal grigio-fumo al bruno ed è un cristallo 'crepuscolare' che aiuta a percepire la presenza del soprannaturale; in più, apporta luminosità all'interno di esistenze un po' eclissate, e rende l'esistenza più sopportabile, dissolvendo le negatività. Viene impiegato anche per i viaggi astrali, le meditazioni e le esperienze oniriche.


Il quarzo rutilato ('capelvenere'), grazie alla sua trasparenza, lascia intravedere dei filamenti dorati di rutilio. Il rutilio stimola il sistema immunitario e agisce su pelle e capelli, stimolando rigenerazione e ricambio.


Il quarzo blu non è mai trasparente e apporta pace e tranquillità. Svolge un'azione antiinfiammatoria sul cavo orale e riequilibra la tiroide. Aiuta contro il logorio della vita quotidiana e chi è sottoposto a stress.


Il quarzo tormalinato presenta filamenti di tormalina nera, rosa o verde. Cristallizza le forze negative e stimola la proiezione astrale. Aiuta nelle scelte della vita e a far buon uso delle energie.

Piaciuta la sfilata?
Che la Dea vi benedica

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI

Nessun commento:

Posta un commento