mercoledì 23 dicembre 2015

I giorni della betulla, del tasso e dell'abete rosso

Idho e Beth nel calendario Ogham.


Care consorelle e confratelli,
nella cultura celtica, i giorni del 23 e del 24 dicembre sono ricollegati rispettivamente, nel calendario/alfabeto Ogham degli alberi, al tasso (Idho) e alla betulla (Beth). Sono compresi nelle festività per il solstizio d'inverno, ovvero la notte più lunga dell'anno, quella che precede la rinascita del sole che ricomincia a crescere, alla base di tutte le religioni che prevedono nascite e rinascite in questo periodo. Non a caso, la betulla è un albero ricollegato al principio vitale, dato che si tratta di una delle prime piante che germoglia nelle foreste nordiche, ed è simbolo di purificazione. Il tasso è per contro associato alla morte, ma di conseguenza anche alla rinascita e alla reincarnazione. Prediligendo l'ombra, quest'albero è legato all'oscurità e al freddo del periodo, freddo e oscurità considerati tuttavia anche forza riequilibrante necessaria all'universo. La morte stessa è indispensabile per il ritorno alla vita, spirituale o agreste che sia.
Il giorno della betulla fa partire il mese dedicato a quest'albero, che si conclude il 20 gennaio, ma il 24 dicembre è associato anche all'abete rosso (o peccio, Ailm, nell'alfabeto Ogham), il classico albero di Natale. Viene per tradizione ricollegato a tutti i rituali volti ad accrescere l'abbondanza materiale e la fertilità, e la sua pigna è un portafortuna, mentre la resina è un ottimo agente magico legato alla purificazione.
Che la Dea vi benedica



Per approfondimenti e consigli, leggi anche:
Il calendario Ogham: buon Ruis
La magica musica dei celti

Nessun commento:

Posta un commento